Marcello Razzini centra il sesto posto nella classifica dell’IRCup

Il pilota di Parma, in gara con il bellunese Rudy Pollet su una Volkswagen Polo (classe R5 – foto Leonelli Actualfoto) di HK Racing, centra il sesto posto nella classifica di campionato ed il settimo nella generale del rally del Casentino al termine di una gara in buon crescendo.

Un Marcello Razzini in versione ‘formica’ capitalizza una gara non priva di difficoltà mettendo in carniere i primi, preziosi punti nella classifica della International Rally Cup. Al rally del Casentino, gara che ha di fatto segnato l’inizio della stagione rallystica dopo la lunga sospensione imposta dal lockdown, il veloce e concreto 35enne ducale centra un significativo piazzamento che tornerà sicuramente utile nell’economia di un campionato basato ora su sole tre gare e senza alcuno scarto previsto. Il sesto posto nella classifica dell’IRCup – e settimo nella graduatoria finale assoluta del rally aretino – costituisce un risultato forse appena al di sotto delle aspettative della vigilia, ma permette comunque al portacolori di Collecchio Corse di lasciare Bibbiena con la serenità di chi sa di aver raccolto il massimo e di aver avere davanti a sé buoni margini di progresso.

Il film della prima tappa dell’IRCup 2020 ci è narrato dallo stesso Razzini: “L’inizio è stato in salita; per vari motivi, nel primo giro di prove abbiamo faticato a trovare il ritmo giusto, perdendo quei secondi che, alla fine, non ci hanno permesso di concludere tra i migliori cinque del campionato. Non ci siamo però disuniti e, infatti, nei restanti due terzi del rally siamo andati in progressione, rimontando dall’undicesima posizione sino, appunto, alla sesta dell’IRCup e risultando i migliori tra gli equipaggi a bordo della Volkswagen Polo. Al rammarico per non aver centrato la top-5 fa da contraltare la serie di buone indicazioni emerse durane la giornata di gara: la Polo si è confermata auto decisamente competitiva e perfettamente preparata da HK Racing; sono felice di aver scelto questa macchina ed il team lariano per il mio ritorno nell’IRC. Il feeling con la Polo è andato crescendo chilometro dopo chilometro, così come mi sono trovato bene con Rudy Pollet, con il quale tuttavia abbiamo impostato un lavoro radicale che al Casentino ha vissuto solo il primo capitolo; insomma, abbiamo imboccato la via maestra, ora si tratta di portare avanti il tanto lavoro che ci aspetta, ma sono convinto che già da Bassano saremo in grado di lottare per la zona podio. Il morale? Avrei preferito ovviamente concludere il Casentino tra i migliori cinque, ma la classifica è comunque corta e le prospettive decisamente positive. Quindi, bicchiere decisamente più che pieno a metà…”.

 


L’Ufficio Stampa rif. Collecchio Corse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *