Neuville sostiene la ricerca di FUTURI “RallyStar” del WRC

Thierry Neuville ha assunto un ruolo chiave nella caccia per portare alla luce le future stelle del WRC.

La società belga LifeLive fornirà le CrossCars utilizzate per valutare i finalisti del programma FIA Rally Star, che si rivolge a giovani piloti entusiasti di tutto il mondo.

I passeggini monoposto sono dotati di un telaio spaceframe tubolare e di un motore motociclistico. Forniscono ai principianti una panoramica sui fondamenti del volante e una piattaforma per imparare cosa serve per essere un pilota di rally di successo.

Neuville ha fondato LifeLive nel 2016 per offrire ai conducenti la possibilità di sperimentare il motorsport su strada sterrata. Suo fratello, Yannick, sovrintende alle operazioni quotidiane in Belgio.

“Da molto tempo ormai sono determinato ad aiutare a promuovere e far crescere le gare XC (CrossCar) come disciplina per aiutare a individuare i futuri piloti di rally”, ha detto il pilota della Hyundai Motorsport. Ci sono diversi elementi fondamentali della guida XC che si sovrappongono alla guida di qualsiasi auto da rally ed è fantastico vedere la FIA Rally Star abbracciarlo e usarlo come piattaforma per valutare i piloti nelle finali continentale e femminile. Non vedo l’ora di vedere molti piloti e talent scout scoprire questa disciplina e vederla crescere come un banco di prova perfetto e conveniente per giovani talenti emergenti in tutto il mondo”.

Neuville è un forte sostenitore dei programmi di ricerca di talenti che sono stati un trampolino di lancio fondamentale per i vertici di artisti del calibro di Sébastien Loeb, Sébastien Ogier e Ott Tänak, così come se stesso.

La competizione Rally Star, iniziata all’inizio di quest’anno, è aperta ai piloti di età compresa tra 17 e 26 anni. Le autorità nazionali del motorsport di tutto il mondo ospiteranno un processo di selezione utilizzando WRC 9, il gioco del FIA World Rally Championship, o motorkhana, un disciplina studiata per testare le capacità di manovrabilità dei candidati su una vettura stradale.

I migliori candidati di ogni paese andranno avanti alle finali continentali in Europa, Nord America, Sud America, Asia-Pacifico, Medio Oriente e Nord Africa e Africa durante la seconda metà dell’anno, durante la quale gareggeranno contro il tempo in LifeLive’s CrossCars.

Dopo le finali continentali, i sei migliori piloti femminili si sfideranno in una finale femminile.

I sette vincitori riceveranno un anno di allenamenti e sessioni di test, nonché sei rally su un’auto Rally3. I primi quattro, di cui almeno una donna, passeranno a due stagioni nel FIA Junior WRC. La vittoria del titolo Junior segnerà un’intera stagione in WRC3 con una vettura da Rally2.

Il direttore del rally della FIA Yves Matton ha detto che LifeLive ha condiviso gli obiettivi della FIA per Rally Star. “Hanno immediatamente dimostrato il loro impegno nei confronti dei giovani piloti e il desiderio di far parte di questa ricerca globale per la prossima generazione di piloti di rally”, ha aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright T.V.R. © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.