Neuville vede un futuro a lungo termine con Wydaeghe

Thierry Neuville spera che la sua nuova partnership con il copilota Martijn Wydaeghe continuerà per il resto della stagione dopo il podio del Rallye Monte-Carlo di domenica.

Neuville ha ammesso di essere rimasto impressionato da Wydaeghe, un sostituto dell’ultimo minuto per Nicolas Gilsoul che ha deciso di non continuare una partnership di nove anni solo una settimana prima dell’inizio della stagione.

Alla domanda se si aspettava che Wydaeghe fosse al suo fianco all’Artico Rally di Finlandia del mese prossimo (26-28 febbraio), Neuville ha risposto: “Sì, penso di sì. Almeno per il prossimo rally Martijn sarà in macchina e se farà le cose che gli chiedo, sono sicuro che sarà in macchina per molti più rally quest’anno. Mi ha impressionato, ha sempre il controllo della situazione. Anche prima della prima fase non riuscivo a sentire alcun nervosismo. Prima della prima tappa forse ero più nervoso di lui. Congratulazioni a lui e grazie anche a te.”

Con un cambiamento così tardivo, il pilota della Hyundai Motorsport ha detto di non avere aspettative per un evento che lui e Gilsoul hanno vinto 12 mesi fa.

“Era poco più di una settimana fa quando mi trovavo in una strana situazione, rimasto senza copilota”, ha spiegato Neuville. “Ad un certo punto abbiamo dovuto prendere una decisione e, con la squadra, siamo stati in grado di decidere di andare con Martijn per questo rally. Non abbiamo aspettative di venire qui, senza preparazione in macchina, chiaramente non sapevamo cosa aspettarci da questo rally. Negli ultimi anni abbiamo avuto una buona velocità e siamo saliti sul podio, ma la mia esperienza personale era sicuramente di nuovo sul podio – ma dovevo essere realistico per sapere che poteva essere più difficile di quanto pensassi.”

Neuville ha ammesso che ci sono stati momenti difficili, ma sono stati superati dai passi positivi che i due hanno fatto insieme.

“Martijn ha fatto un buon lavoro, sabato scorso ha scoperto le mie note sul ritmo e questo weekend non è stato per niente facile. Ci sono state delle tappe difficili, ma anche buone. Dobbiamo aumentare un po ‘la velocità, ma la cosa principale su cui volevamo lavorare era la fiducia e l’abbiamo fatto questo fine settimana. Certo, molte volte ha svolto il lavoro di copilota, ma non in una World Rally Car che è molto veloce rispetto ad altre vetture. E lavorare con l’equipaggio gravel e tutti i cambiamenti che fai a Monte Carlo; abbiamo avuto dal ghiaccio nero alla neve a parti molto scivolose su asfalto, la parte superiore nera lucida e molta pioggia e acqua stagnante. È stata una grande sfida. È difficile trovare un ritmo, ci sono così tante incognite sulla strada ma giorno dopo giorno stavamo migliorando. Abbiamo anche avuto un po ‘di difficoltà con la sua voce che è completamente diversa da quella del mio precedente copilota. Ho faticato il primo giorno a sentirlo, ma abbiamo lavorato per migliorarlo e alla fine è stato abbastanza buono per il risultato”.

La coppia ha vinto due tappe verso il terzo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright T.V.R. © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.