Il 1° Rally Valle del Tevere 2021 al via ufficiale.

Per il 27 e 28 febbraio la Valle del Tevere ospita una nuova manifestazione di rally, la specialità dell’automobilismo che più si avvicina ai territori che la ospitano e sempre valorizza il territorio.

Credit Gianluca Galie’ – UNOPUNTOOTTO.IT

Sono infatti ben oltre 100, gli iscritti alla gara, che già alla sua prima edizione ha trovato collocazioni e designazioni importanti, come l’essere “promo event” della serie internazionale Tour European Rally Series, e come l’essere stata chiamata a far parte del calendario del Challenge Raceday Rally Terra, la fortunata serie promossa da Alberto Pirelli che si svolge a cavallo delle due stagioni rallistiche. Sotto l’aspetto tecnico-sportivo la gara vuole infatti tornare a sposare la filosofia originaria dei rallies che caratterizzano la serie “Raceday”, percorso e programma estremamente snelli, costi di partecipazione contenuti e tanto, tanto agonismo, tant’è che della serie sarà la seconda prova.

UNA GARA CHE IDENTIFICA IL TERRITORIO

Poi vi è il nome, “Valle del Tevere” con il quale si vuole contribuire ad incentivare l’immagine dei territori che ospitano l’evento, per i quali si vuole contribuire a dare immagine ed a dare sostegno all’economia del settore turismo, con la collaborazione dell’Automobile Club Arezzo e con il convinto sostegno delle Amministrazioni locali,  le “tre perle” della Valtiberina, vale a dire i comuni di Anghiari, Pieve Santo Stefano e Sansepolcro. Tre luoghi di rara bellezza paesaggistica ed anche di grandi ricordi storico-culturali, i quali per due giorni diverranno palcoscenico per un evento destinato a tracciare una nuova storia di grande sport e di passione per il motorsport, soprattutto per le corse su strada.  Oltre che dare un segnale propositivo in un momento certamente ancora non facile a causa dell’emergenza sanitaria.

L’organizzazione, in concerto con le Autorità preposte e con le Amministrazioni locali comunica che il rally sarà “a porte chiuse”, nel rispetto delle normative in vigore in materia di contenimento della diffusione del virus SARS-Cov2. Pertanto, si invitano appassionati e potenziali interessati al rispetto delle normative, con l’accesso alle prove speciali che sarà consentito esclusivamente agli addetti ai lavori, quindi presidiato e controllato. Anche il poter accedere ai luoghi di gara (partenza/arrivo, riordinamenti e parco assistenza) sarà consentito nelle misure e nei criteri espressi dal protocollo sanitario vigente al fine di evitare assembramenti di persone.

In ragione di questo, l’organizzazione ha previsto un forte impegno mediatico, con una diretta “streaming” a cura di Epic Rally Tribe. Sarà sulla piattaforma Facebook alla pagina riferita al Campionato Raceday, all’indirizzo

https://www.facebook.com/racedayrally.

Questi gli orari:
Shakedown dalle 14:00 alle 15:00;
PS1 “Cerbaiolo” con  2 telecamere a 2 km. dallo start prova speciale, dalle 08:15 alle 9:15;
PS3 “Cerbaiolo” con 2 telecamere a 2,6 km. dallo start prova speciale, dalle 11:20 alle 12:20.

I MOTIVI SPORTIVI

Un plateau di iscritti di alto profilo, con “nomi” e macchine promettono sfide accese, adrenalina alle stelle ed incertezza sul risultato finale, per la prima gara su sterrato in Italia nel 2021. Molti i concorrenti stranieri iscritti, e tra gli equipaggi ben 35 sono quelli “marchiati Raceday”, coloro cioè che prederanno punti per il campionato, poi vi sono 23 vetture top car di classe R5 ed anche la risposta “storica”, con 9 adesioni, non sarà da meno. Le partenze saranno aperte dal padovano Nicolò Marchioro, con la Skoda Fabia R5, anche leader della classifica Raceday. Proverà ad allungare sul diretto inseguitore, l’umbro Francesco Fanari, che si presenta al via con la novità del cambio macchina, scendendo dalla Skoda e salendo su una VolksWagen Polo R5 e tra i due, nell’ordine di partenza, ci sarà Alberto Battistolli. Il figlio del grande “Lucky”, anche lui con una Fabia R5, sarà in training per arrivare pronto all’impegno del Campionato Europeo cui parteciperà con i colori di Aci Team Italia. Tutti e tre possono aspirare al successo, ma non ci sono soltanto loro: dal sammarinese Jader Vagnini (Skoda Fabia R5) a Simone Romagna (Skoda Fabia R5), da Luciano Cobbe (Skoda Fabia R5), a Tullio Versace (Skoda Fabia R5), al francese Paul Alerini (Skoda Fabia R5), al sanremese Andrea Maselli (Hyundai i 20), al bergamasco Matteo Gamba (Skoda Fabia R5) sono tutti in grado di scalare la classifica e presentarsi sul podio senza troppi indugi. Da vedere con attenzione anche Bruno Bulacia, il 18enne boliviano fratello di Marco, il Campione italiano Terra del 2020 (protagonista quest’anno del mondiale WRC-2), che con la Skoda Fabia assaggerà per la prima volta gli sterrati italiani prima del suo impegno tricolore sulle strade bianche.

Pure i fratelli aretini Squarcialupi (Ford Fiesta R5), protagonisti di una notevole progressione nelle ultime due stagioni cercheranno di fare bella figura “in casa”, come il piemontese Donetto (Skoda Fabia R5) giovane veneto Andrea Cazzaro (Skoda Fabia R5) o come anche l’argentino Biondi, innamorato della “terra” italiana, al debutto con una Fabia R5.  Gioca “in casa” anche Stefano Marrini, al via con una Fiesta R5, ma tanti degli occhi puntati saranno per due grandi rallisti che non corrono da tempo e che hanno scelto le strade “mondiali” della Valle del Tevere per fare il loro ritorno: Alessandro Broccoli, che torna alle corse dopo ben nove anni di astinenza con una Citroen DS3 N5, ed il versiliese Emanuele Dati, che in pausa c’è stato invece per cinque anni, rientrando per l’occasione con una Ford Fiesta R5 con la quale vorrebbe partecipare a tutta la serie tricolore su terra. Mentre di vero e proprio debutto su strada bianca si parla per il lucchese Cristiano Bianucci, con una Skoda Fabia R5.

Scintille anche nel Gruppo N con le tradizionali “mitsu” Evolution: si rinnoverà la sfida tra il veloce romano Silvestri ed il coriaceo sloveno Peljhan e tra loro cercherà di inserirsi il pratese Bolognesi.

Spettacolo e performance si attendono pure tra le vetture a due ruote motrici, con ben otto nuove Peugeot 208 Rally4 al via, guidate da alcuni piloti di livello, come il friulano Martinis, ma anche come i varii Baruffa, Trevisani, Battilani, Nicola Cazzaro, ai quali si vanno ad aggiungere anche Matteo Daprà (Ford Fiesta R2) e l’altro aretino Caneschi, con la “vecchia” versione della 208.

Si segnala anche il ritorno sulla terra dopo oltre trenta anni del sempreverde pistoiese Piergiorgio Barsanti, peraltro debuttando con una Renault Clio R1, e notevole la presenza femminile, a partire dalla lombarda Rachele Somaschini, con una Citroen C3 R5, con la quale si allenerà in vista della sua partecipazione al Campionato Italiano Rally Terra dove porterà forte attività di sensibilizzazione sulla fibrosi cistica da cui sono affetta oltre alla pratese Susanna Mazzetti con una Opel Corsa, alla sua terza gara su terra.

Sarà accesa anche la disputa tra le vetture storiche. Si attendono duelli infuocati tra il Campione Italiano Rally Terra Autostoriche Bruno Pelliccioni (Ford Escort RS) e “Lupo” Giuliano Calzolari, fermo da un anno e mezzo (stessa vettura per lui) e pronto a entusiasmare come solo lui sa fare. Ci riprova l’emiliano Andrea Tonelli, anche lui con una Escort, deciso ad iniziare il riscatto da un 2020 amaro.

MM MOTORSPORT: A CRISTIANO BIANUCCI IL VOLANTE DELLA SKODA FABIA R5

Saranno i fondi sterrati del Rally Terra Valle del Tevere ad impegnare MM Motorsport in quello che si prospetta un impegno di alto contenuto tecnico. Il team lucchese, reduce da un Rally del Carnevale soddisfacente in termini di risultati, sarà parte integrante di un confronto che coinvolgerà, nel fine settimana, le strade della provincia di Arezzo. A rappresentare la struttura di Porcari nell’appuntamento valido per la serie Raceday Rally Terra sarà Cristiano Bianucci, pilota chiamato ad esprimere il potenziale della Skoda Fabia R5 equipaggiata con pneumatici Pirelli a quasi due anni dall’ultimo impegno affrontato, il Rally Coppa Città di Lucca del 2019 concluso in terza posizione assoluta.

Un debutto in piena regola per il driver lucchese, alla prima esperienza in carriera sui fondi sterrati proposti dalla serie nazionale.  Ad affiancare il portacolori della scuderia asd Rally Revolution +1 sarà l’esperto Sauro Farnocchia, parte integrante di una comunione d’intenti proiettata verso i chilometri delle prove speciali “Cerbaiolo” e “La battaglia di Anghiari”. L’occasione per dare seguito alle positive sensazioni destate dal team in occasione del primo appuntamento stagionale, archiviato lo scorso fine settimana sul terzo gradino del podio assoluto proposto dal Rally del Carnevale.

Credit = Cristiano Bianucci

FRANCESCO FANARI AL PRIMO START STAGIONALE CON IL DEBUTTO DELLA POLO R5

È pronto al ritorno in gara, Francesco Fanari, dopo tre mesi dall’ultimo rally disputato, il “Tuscan Rewind” a Montalcino, e lo farà questo fine settimana al 1° Rally Terra “Valle del Tevere”, con base a Sansepolcro (Arezzo), seconda prova del Challenge Raceday Rally Terra 2020-2021.

Il pilota umbro si presenta al via della gara organizzata da Valtiberina Motorsport, con la novità del cambio di vettura, scendendo infatti dalla Skoda Fabia R5 avuta nelle ultime stagioni per andare a stringere il volante della VolksWagen Polo GTi R5, sempre fornita dalla squadra romana Step-Five Motorsport, con il quale prosegue una collaborazione cementata nel tempo da una profonda stima ed amicizia oltre che da risultati di alto profilo.

Saranno dunque gli “sterrati d’autore” della gara aretina, sfruttati dai “Sanremo” mondiali anni ottanta, il teatro per vedere all’opera Francesco Fanari, che riconferma al proprio fianco l’esperto copilota toscano di Lucca David Castiglioni, i due fanno coppia dallo scorso settembre. Una gara che oltre a dare il classico “la” per la stagione sportiva di Fanari, dovrà essere anche quella che farà girare definitivamente pagina dalla delusione sofferta all’ultima gara di novembre nel senese, condizionata da un ritiro per uscita di strada.

Fanari e Castiglioni figurano in seconda posizione del Challenge Raceday, dopo il primo appuntamento corso lo scorso settembre al Rally Adriatico, per cui verrà dato un occhio di riguardo alla classifica della serie sterrata che proseguirà in Val d’Orcia tra un mese e finirà in Valtiberina ad agosto.

“Si torna in macchina – commenta Francesco Fanari – con nuovi stimoli, primo fra tutti quello della novità della Polo R5, che non nascondo era la vettura sulla quale ci avevo fatto un pensiero concreto per l’anno scorso, ma poi in concerto con la squadra avevamo deciso di rimanere sui parametri già conosciuti, quelli della Fabia.  Ci sarà dunque da resettarsi un po’ su tutto, con la Polo, vettura comunque molto competitiva e per questo confidiamo nel supporto del Team. La gara sarà certamente partecipata da piloti di livello, molti dei quali “vecchie conoscenze” e sarà bello tornare a confrontarsi con loro con una nuova “arma” per cercare di rimanere nell’attico della classifica Raceday”.

SUSANNA MAZZETTI DI NUOVO AL VOLANTE: IL RITORNO SU TERRA CON LA OPEL CORSA

Torna a terra, Susanna Mazzetti. E’ proprio il caso di dirlo, e per due validi motivi: torna a terra dopo aver volato con il sogno realizzato del debutto su una top car ad Adria dieci giorni fa e torna “a terra” nel senso vero del termine, perché correrà di nuovo su strada sterrata.

Questo fine settimana, infatti, la rallista pratese, per dare seguito alla prima parte di stagione programmata con il partner storico LUILOR e con la Scuderia Team Katori, sarà al via della prima edizione del Rally Valle del Tevere, seconda prova del Campionato Raceday, in quella che sarà la sua terza gara in carriera su sterrato dopo il Rally della Val d’Orcia e la Coppa Liburna, entrambe due anni fa.

Mazzetti, alla gara che avrà sede a Sansepolcro, in provincia di Arezzo, tornerà al volante della Opel Corsa del Team Clacson, già utilizzata nel 2019 nel suo debutto su terra, e di nuovo al suo fianco tornerà Alessio Santini, proseguendo così il lavoro “sul pilota”, con una programmazione di crescita sul lato tecnico e sportivo.

“Correre su terra è certamente un modo di affinare tecnica di guida e sensibilità al volante – commenta Susanna Mazzetti – per cui visto che la gara è anche vicina e soprattutto ha un format molto snello di svolgimento ne abbiamo approfittato. Tonerò alla guida della Opel Corsa di fratelli Gonzo, un gioiellino creato apposta per le gare sterrate, che già in Val d’Orcia due anni fa mi dette ottime sensazioni. Certo, due anni sono un po’ lunghi, per ritrovare subito la condizione, ma certamente anche questa sarà un’esperienza segnante”.

Credit= Zini

TONELLI DALLA VALLE DEL TEVERE VERSO IL CIRTS

Il boccone amaro è stato quasi digerito, quello che ha visto costretto Andrea Tonelli, lo scorso anno, ad alzare bandiera bianca quando era riuscito a dimostrarsi, a suon di tempi, protagonista di livello nel Campionato Italiano Rally Terra Storico. Il pilota di Reggio Emilia, deciso a riprendere il discorso da dove lo aveva terminato nel 2020, si presenterà ai nastri di partenza della serie tricolore con il medesimo pacchetto a disposizione. Confermato, sul sedile di destra, Roberto Debbi così come la compagna di avventura ovvero la Ford Escort RS 1800 MKII, iscritta anche quest’anno per i colori della scuderia Movisport.

“Aver visto lo scorso anno di essere veloci ma poco concreti” – racconta Tonelli – “ci ha lasciato molto amareggiati così abbiamo deciso, quest’anno, di riprovarci. Impegni di lavoro e famiglia permettendo saremo al via dell’intero Campionato Italiano Rally Terra Storico e ci auguriamo di poter ottenere quei risultati che, solo in parte, abbiamo dimostrato nel 2020.”

Pianificando in ogni dettaglio questo importante obiettivo Tonelli sarà della partita, i prossimi 27 e 28 Febbraio, in occasione della prima edizione del Rally Storico Valle del Tevere.

Una gara test, dove togliere la tanta ruggine accumulata dalla pausa forzata, in seguito alla rocambolesca uscita di strada di San Marino, ma anche un interessante banco di prova, in virtù di un elenco iscritti che vede al via i principali protagonisti della passata stagione sterrata.

“Siamo qui per toglierci la ruggine e qualche fantasma della scorsa stagione” – aggiunge Tonelli – “e per fare questo non vogliamo darci degli obiettivi. Vogliamo solamente concretizzare un risultato, qualunque esso sia. Quello che verrà andrà comunque bene. Speriamo soltanto che le auto moderne, che partono prima di noi, non rovinino troppo il fondo. Forse qui ACI Sport potrebbe ragionare davvero sul far partire noi storiche davanti alle moderne, sulla terra. La terra è la patria della nostra Escort, nata sugli sterrati inglesi. Siamo pronti per questo 2021.”

NDM TECNO A TUTTA TERRA: PRESENTE AL “VALLE DEL TEVERE” CON LA RENAULT CLIO RALLY5

Partirà questo weekend la programmazione sportiva 2021 di NDM Tecno, e sarà “polverosa”, in quanto la struttura versiliese sarà protagonista sugli sterrati del 1° Rally Terra Valle del Tevere, in programma tra Sansepolcro, Anghiari e Pieve Santo Stefano sabato 27 e domenica 28 febbraio.

La gara vedrà NDM Tecno al via con la Renault Clio Rally5, che la squadra di Leonardo Bertolucci gestisce per conto di MC Racing. Al volante della vettura francese ci sarà Piergiorgio Barsanti, affiancato da Cristian Pollini e portacolori della Eventi Sport Racing, in quello che, per l’esperto pilota della montagna pistoiese, sarà un vero e proprio ritorno alle origini, avendo iniziato a correre, oltre 40 anni fa, proprio su terra.

Con Piergiorgio Barsanti vi è ormai un rapporto di stima reciproca di lunga data, visto che curiamo noi la preparazione della sua Ford Sierra Cosworth, – le parole di Leonardo Bertolucci, titolare di NDM Tecno – e ci ha fatto molto piacere imbastire questo suo ritorno ai rally sterrati. Sarà sicuramente una sfida interessante, utile anche a noi per accumulare dati ed esperienza su questa tipologia di fondo, anche per gli upgrade nello sviluppo della Clio, vettura di ultima generazione, ma che ha già dimostrato un alto grado di potenziale. Stiamo inoltre definendo tutti gli impegni stagionali, che annunceremo a breve.”

Anche lo stesso Piergiorgio Barsanti si dimostra entusiasta di questa opportunità: “Sono molto curioso di cimentarmi in questa nuova esperienza, anche se, onestamente, non so cosa aspettarmi! – ha dichiarato l’esperto pilota della montagna pistoiese – Sono più di 40 anni che non corro su terra, e mai ho portato in gara un’auto a trazione anteriore. Da quando ho iniziato ad oggi, il progresso tecnologico ha stravolto tutto: basti pensare che ai tempi, con i 180 CV ed il peso della Clio Rally5, Munari e la Fulvia HF vincevano nel mondiale…E’ una sfida che uno come me, in competizione quotidiana con sé stesso, non poteva rifiutare. Vediamo cosa riuscirò a fare: se risulterò competitivo e mi divertirò, mi stuzzica l’idea di proseguire nel Raceday.”

Credit = ?

RICCARDO BARONCELLI CON JOLLY RACING TEAM AL RALLY TERRA VALLE DEL TEVERE

Sarà un debutto in piena regola, quello di Riccardo Baroncelli sui fondi sterrati del Rally Terra Valle del Tevere, appuntamento in programma nel fine settimana sulle strade della provincia di Arezzo. Il pilota di Montale, al ritorno alle competizioni dopo quattro anni di inattività, sarà “al via” della gara su Mitsubishi Lancer Evo VIII, vettura mai utilizzata in carriera. L’occasione, per il pilota della scuderia Jolly Racing Team, di affrontare la prima edizione del confronto su un esemplare a trazione integrale, tipologia in grado di esaltare le particolarità delle prove speciali “Cerbaiolo” e “La battaglia di Anghiari”, teatro del confronto.

Ad affiancare Riccardo Baroncelli nel ruolo di copilota sarà Filippo Nannetti, con il supporto tecnico del team Cacciavite Motorsport, parte integrante di un impegno che vedrà il driver di Montale alla prima esperienza su fondo sterrato. Tanti, i motivi sportivi espressi dalla presenza di Riccardo Baroncelli, al centro di un doppio debutto: sulla vettura e su “terra”, avendo fino ad oggi interpretato prove speciali con fondo catramato.

Credit = ?

SQUADRA CORSE CITTA’ DI PISA PRESENTE AL RALLY TERRA VALLE DEL TEVERE

La stagione agonistica motoristica sta entrando nel vivo e dopo la disputa del recente Rally del Carnevale è imminente l’effettuazione del nuovo Rally in calendario denominato Rally Terra Valle del Tevere, prima gara su fondo sterrato del 2021 in programma il prossimo week end. La manifestazione organizzata dalla Valtiberina Motorsport si disputerà a cavallo delle province di Siena ed Arezzo e sarà valevole per il Raceday Rally Terra seguitissima serie nazionale con gare su fondo sterrato.

Alla manifestazione due gli equipaggi appartenenti al sodalizio Squadra Corse Città di Pisa, il duo Avandero-Tricoli su Peugeot 208 Rally4 e Salvucci-Guerzoni invece su Peugeot 205 Rallye.

Il biellese Stefano Avandero sarà al suo debutto assoluto nel motorsport ed avrà a suo fianco l’esperto navigatore Giuseppe Tricoli, un debutto decisamente impegnativo per Avandero che utilizzerà per l’occasione una nuova Peugeot 208 Rally4 della struttura savonese Rallytec. Sicuramente un primo passo per prendere contatto e confidenzza con la vettura e con il fondo sterrato che potrà essere utile per avere utili indicazione sul proseguo della stagione.

Anche Massimo Salvucci debutterà alla guida su fondo sterrato dopo una lunga assenza in veste di pilota e sarà affiancato da Giovanni Guerzoni che usualmente invece ha il ruolo di pilota. Il duo debutterà ed utilizzerà per la prima volta una Peugeot 205 Rallye .

Tutto nuovo quindi anche per Salvucci che come Avandero cercherà di prendere confidenza con il mezzo partecipando allo shake down del sabato.

Sarà presente in veste di co-pilota invece il rientrante Filippo Nannetti che navigherà per l’occasione Simone Baroncelli al debutto su terra e con una Mitsubishi Lancer  gruppo N.

Sarà interessante seguire i debuttanti in questo fondo ma è certo che tutti si impegneranno per ben figurare e sfruttare al massimo il potenziale delle loro vetture.

Credit = ?

Di Vico e Colizzi a tutto gas nel primo Rally della Valle del Tevere

Panorami mozzafiato tra Sansepolcro, Anghiari e Piave Santo Stefano, una grande macchina come la Mitsubishi Evo X della ML Garage e due piloti in cerca di successo come Gigi Di Vico ed Emilio Colozzi.
Sono questi gli ingredienti della prima edizione del Rally Terra Valle del Tevere e del Rally Storico Valle del Tevere, organizzato dalla Valtiberina Motorsport, in programma il 27 e 28 febbraio 2021.
In base alla classifica l’equipaggio continuerà poi nella gara di Val D’Orcia e successivamente nel Campionato Raceday. La coppia Di Vico-Colozzi è un altro degli equipaggi seguito e supportato dalla DrcSportManagement dell’abruzzese Cesare Funari che può vantare nel suo palmares equipaggi e piloti di grandissimo livello.
Per Di Vico è la seconda gara in carriera su terra, la prima fu il Rally Val D’orcia della stagione passata. L’ultima gara disputata è stata invece nel Gargano a bordo di della Renault Clio RS.

Il programma della manifestazione
Si inizia venerdì 26 con la consegna dei road book e dei numeri di gara. Sabato 27 dalle 7:30 le ricognizione autorizzate, dalle 12 le verifiche tecniche, dalle 14 lo shakedown.
Domenica 28 febbraio partenza da Sansepolcro dalle ore 8:30.
La gara prevede 190 km totali di cui 45 km suddivisi in 6 prove speciali su sterrato.

In bocca al lupo ai nostri piloti dalla DrcSportManagement!

Credit = ?

HP SPORT AL VIA CON JACOPO TREVISANI

Debutto stagionale sulla terra per Jacopo Trevisani al volante della nuova Peugeot 208 Rally4 nella prima edizione del Rally Terra Valle del Tevere, gara valida per il Raceday Terra dove il portacolori di HP Sport RRT è il leader della classifica del Raggruppamento F del regolamento della serie ideata da Alberto Pirelli ed è intenzionato a fare risultato. Una gara quella organizzata dalla Valtiberina Motorsport che propone un programma snello e soprattutto su di un percorso dal sapore mondiale, con la novità della “Power Stage” finale dotata di montepremi. Trevisani con alle note Andrea Marchesini, oltre a difendere il primato in classifica, guarda con attenzione alla messa a punto della 208 Rally4 in vista degli impegni futuri, ed è determinato nel iniziare la stagione2021 con il piede giusto. La gara vede un programma molto snello, dopo gli adempimenti di ordine burocratico, sabato 27 le ricognizioni autorizzate e nel pomeriggio lo Shakedown (14:00 – 15:00), domenica 28 febbraio la gara con partenza (8:30) fissata a Sansepolcro (Via Malpasso) e arrivo dalle ore 16:00 sempre a Sansepolcro ma, in Via Buitoni. Previsti due parchi assistenza nella Zona Industriale Santa Fiora a Sansepolcro e altrettanti riordinamenti presso Baschetti Autoservizi. HP Sport RRT in terra toscana raddoppia, oltre a Jacopo Trevisani, schiera un secondo equipaggio, si tratta del francese Emmanuel Giraud su Peugeot 207 Super 2000 navigato da Jessica James alla loro prima gara dell’anno. Il francese è al secondo anno con la 207, dopo aver gareggiato per molti anni con le Mitsubishi.

Credit= E. Magnano

IL PROGRAMMA DI GARA

Gara nuova ma percorsi di grande richiamo storico-sportivo. Ecco il biglietto da visita dell’evento che avrà come base Sansepolcro. Si svolgerà tutto tra sabato 27 (ricognizioni, shakedown), e domenica 28 febbraio con la gara, 190 chilometri circa di percorso totale di cui 45,970 di tratti cronometrati, previsti nelle zone di forte e significativa tradizione rallistica internazionale. Due le “piesse” diverse da correre tre volte, le celebri “Cerbaiolo” e Battaglia di Anghiari”, dai ricordi iridati anni ottanta, sei in totale i passaggi, con l’ultima prova che sarà la “Power Stage”, la quale assegnerà premi in denaro ed in materiale tecnico. 

RICOGNIZIONI AUTORIZZATE

Sabato 27 Febbraio 2021

dalle 7.30 alle 13.30

VERIFICHE TECNICHE ANTE-GARA

Sansepolcro (Arezzo), Zona Industriale Santa Fiora, Via Malpasso

Sabato 27 Febbraio  2021

dalle 12.00 alle 16.00

SHAKEDOWN

Sabato 27 Febbraio 2021

dalle 14.00 alle 17.00

Anghiari (Arezzo) – Km 2.200

Partenza – Sansepolcro, Via Malpasso: Domenica 28 Febbraio dalle ore       8.30

Arrivo Finale – Sansepolcro, Via Buitoni: Domenica 28 Febbraio dalle ore  16.00

Previsti n°2 Parchi Assistenza in Zona Industriale Santa Fiora, Via Malpasso, Sansepolcro (AR) e n°2 Riordinamenti presso Baschetti Autoservizi, Via Buitoni, Sansepolcro (AR).

 

VALTIBERINA MOTORSPORT

info@valtiberinamotorsport.it

www.valtiberinamotorsport.it

Facebook @RallyValtiberina @vtbmotorsport

Twitter @RallyValtiberin

www.terseries.com

www.raceday.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright T.V.R. © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.