Arriva la scalata al Rallye San Martino di Castrozza 2022 [Departing]

Il terzultimo round tricolore lancia la volata al titolo sulle strade classiche del trentino. 125 equipaggi iscritti per le due giornate di gara su 7 prove speciali da 76 chilometri complessivi. Torna anche una prova d’apertura in notturna

San Martino di Castrozza (TN), mercoledì 7 settembre 2022 – Il Campionato Italiano Rally Asfalto riparte dopo la breve pausa estiva con il Rallye San Martino di Castrozza e Primiero per lanciare lo sprint finale nella corsa al titolo. La 42^ edizione della gara trentina organizzata dalla San Martino Corse andrà in scena venerdì 9 e sabato 10 settembre per il quinto dei sette round nel calendario, affiancato dalla validità per la Coppa Rally di 3^ Zona ACI Sport. Strade che hanno segnato la storia della specialità, le Pale Dolomitiche a regalare una cartolina unica, 125 vetture iscritte tra auto moderne e storiche, sono i presupposti per attendere un grande spettacolo lungo i 379,71 chilometri previsti dal percorso di montagna, intervallati dalle 7 prove speciali per 76,05 chilometri cronometrati.

PROGRAMMA IN BREVE | La Valle del Primiero è pronta quindi per riaccogliere il suo rally, disegnato su prove speciali classiche che mancavano nel percorso di gara da qualche edizione. Dopo il riscaldamento nello shakedown del venerdì mattina si partirà da San Martino alle 19.46 verso la prima ed unica prova prevista per la giornata iniziale, la “Gobbera” (10,15 km) che inizierà dalle 20.30 per rispolverare anche il fascino di questo rally in notturna. La fase cruciale sarà chiaramente quella di sabato, sviluppata in due giri sul trittico di prove “Sagron Mis” (8,57 km – PS2 ore 8:59, PS5 14:11), ancora “Gobbera” (PS3 ore 9:58, PS6 15:10), quindi “Col Falcon” (14,23 km – PS4 ore 11:12, PS7 16:24) in chiusura prima del rientro a San Martino per l’arrivo finale programmato dalle 17.59.

SFIDA APERTA | Non sarà certo una tappa risolutiva per il CIRA, ma il San Martino inizierà ad indirizzare la fase finale della stagione soprattutto per quanto riguarda la corsa al vertice. Al termine del campionato infatti mancano altre due gare, prima il subentrato Rally Due Valli, come ufficializzato nelle ultime ore in sostituzione dell’annullato Rally Città di Modena, poi il Rally ACI Como che assegnerà un pesante punteggio a coefficiente 1,5 per chiudere i conti. Dopo le sette gare per ciascun concorrente verranno sommati cinque dei primi sei risultati ottenuti. Quindi tutto è ancora possibile e tutti i principali equipaggi possono ancora ambire al titolo.

A partire dall’attuale capo classifica Marco Signor, a quota 50 punti collezionati, sempre a podio nelle prime quattro gare ma ancora in cerca della vittoria. Il trevigiano tornerà a San Martino con Patrick Bernardi sul sedile di destra della Skoda Fabia Rally 2 a distanza di tre anni dallo stop nella prova cittadina d’apertura che gli costò il titolo 2019. Nonostante questo, Signor può vantare 9 presenze totali a San Martino, con 4 vittorie nelle ultime 5. Manca invece da una vita dal Trentino Simone Campedelli, insieme a Gianfrancesco Rappa su Skoda Fabia chiamato a riscattare il ritiro sofferto dopo appena una prova dell’ultimo Rally Lana. Un episodio negativo che non ha macchiato l’avvio impressionate fatto di due vittorie nei primi due round. Terzo con 12,5 punti di distacco dalla vetta, ma uno “scarto” giocato e un’assenza già liquidata, il cesenate avrà sicuramente i riflettori su di sé. Distante appena un punto in classifica c’è Corrado Fontana, che in questa occasione sarà navigato da Giovanni Agnese sulla Hyundai i20 WRC. Il pilota lariano ha messo in strada una reazione efficace negli ultimi due round, con la vittoria al Marca ed il secondo posto al Lana che hanno sistemato le cose dopo un avvio complicato. Ora andrà in cerca del secondo successo stagionale in un rally che ultimamente non gli ha sorriso. Sugli asfalti trentini si potrà apprezzare anche la World Rally Car coreana gemella, con al volante papà Luigi Fontana assecondato per la prima volta dalle note di Alessandro Arnaboldi.

Per questo quinto round torneranno in azione anche gli altri principali interpreti di questa serie assenti, giustificati, a Biella. Si attende uno scatto dal piacentino Andrea Carella, in coppia con Luca Guglielmetti su Skoda Fabia, che non è riuscito a dare continuità ai suoi piazzamenti dopo il terzo posto iniziale ottenuto all’apertura nel Rallye Elba. Sempre su Skoda, Giuseppe Testa affiancato da Emanuele Inglesi proverà invece a centrare il primo podio assoluto in questo campionato. Si allunga la formazione di Rally2 boeme del tricolore con la presenza del reggiano Ivan Ferrarotti, sempre insieme a Massimo Bizzocchi per tornare a mettere punti a segno, e del ligure Francesco Aragno con Andrea Segir alle note chiamato a confermare i progressi sulle quattro ruote motrici già mostrati al Lana. Per le posizioni che contano vorranno dire la loro anche i due equipaggi ceccanesi del CIRA, con Stefano Liburdi e Mattia Cipriani pronti a ripartire sulla Hyundai i20 dopo due turni di stop, mentre su Volkswagen Polo si conferma al via la coppia formata da Vincenzo Massa e Daniel D’Alessandro.

Tra i riferimenti del Campionato Italiano Rally Asfalto ci sono anche due equipaggi da seguire tra le due ruote motrici. Vuole riprendersi la scena in classe Rally 4 il varesino Riccardo Pederzani, leader in Coppa ACI Sport e per la categoria Under 25, sempre con Roberto Mometti su Renault Clio. Proverà invece a guadagnare il vertice in classe Super 1600 il trevigiano Luca Frare con Nadia Rastelli su altra vettura francese.

PENULTIMA SFIDA DI ZONA | Il Rallye San Martino di Castrozza e Primiero metterà in palio un punteggio a coefficiente 1.5 per il quinto e penultimo atto della Coppa Rally di 3^ Zona ACI Sport. I migliori piloti tra Trentino e Veneto si confronteranno quindi in una tappa selettiva e dovranno fare i conti con gli specialisti del CIRA, ad eccezione degli iscritti nel 1° elenco dei prioritari, Campedelli e Carella, e delle WRC. Non manca all’appello il primo in classifica Federico Bottoni, veronese detentore del titolo di Zona insieme a Sofia Peruzzi su Skoda Fabia. Sempre molto quotato anche il vicentino Efrem Bianco, immancabile a San Martino insieme a Dino Lamonato su altra Rally2 ceca, quindi il bassanese Alessandro Battaglin con Selena Pagliarini su Hyundai i20, che ha già ottenuto qualche punto in Zona e può ambire alla speciale classifica Over55.

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR ASFALTO: 1. Signor 50pt; 2. Pinzano 38pt; 3. Campedelli 37,5pt; 4. Fontana 36,5pt; 5. Testa 26pt; 6. Carella 23,5pt; 7. Ferrarotti 6pt; 8. Aragno 5pt; 9. Gino 4pt; 10. Vescovi-Liburdi 3pt; 12. Massa 1,5pt

CALENDARIO CIRA 2022: 22 – 23 aprile | Rallye Elba; 27 – 28 maggio | Rally del Salento (coeff. 1,5); 17 – 18 giugno | Rally della Marca Trevigiana; 29 – 30 luglio | Rally della Lana; 9 – 10 settembre | Rallye San Martino di Castrozza; 7-8 ottobre | Rally Due Valli; 20 – 23 ottobre | Rally ACI Como (coeff. 1,5)

 

Cosa ne pensate? Commentate sui vari social di TopVideoRally, la vostra opinione è importante per noi! Clicca QUI per scoprire dove trovarci sui Social Network!

Vuoi entrare nel nostro GRUPPO di APPASSIONATI di Motorsport e confrontarti con altri UTENTIClicca QUI, e non te ne pentirai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.