Rally del Bardolino 2021: grandi “nomi” e numeri al via.

Gara a porte chiuse. Nel fine settimana la prima edizione del Rally del Bardolino, Rally del Bardolino Historic e Bardolino Classic.

Credit= ?

C’è grande soddisfazione in casa Rally Club Bardolino, perchè al momento di chiudere le iscrizioni i numeri hanno parlato di un riscontro da parte degli sportivi che è andato ben oltre le aspettative, a riprova della voglia che hanno i piloti di riaccendere i motori e di portare le proprie vetture sulle rive del Lago di Garda, per questa prima edizione co-organizzata con il Prealpi Master Show del Rally del Bardolino, Rally del Bardolino Historic e Bardolino Classic, tre eventi dedicati rispettivamente al rally moderno, storico ed alla regolarità sport.

Saranno ben 170 gli equipaggi – limite massimo dettato dal regolamento – che dopo le verifiche tecnico/sportive e lo shakedown di venerdì 12, prenderanno il via sabato 13 marzo alle 8.45 direttamente dal Parco Assistenza in località Bran di Caprino Veronese per questa che si preannuncia una prima edizione carica di interesse e che andrà ufficialmente ad aprire la stagione dei rally nella provincia di Verona.

Per quanto riguarda il rally moderno, molto nutrito sarà il numero delle vetture iscritte nella classe R5, la massima per questa tipologia di gara, con ben 16 equipaggi al via. Tra questi molti i papabili protagonisti per la vittoria finale, primo tra tutti – al via con il numero 1 – il bresciano Luca Pedersoli: due volte Campione Italiano Rally WRC nel 2019 e nel 2014, e Campione Italiano Trofeo Rally Asfalto nel 2010 e 2011 che scenderà in gara a Bardolino con una Volkswagen Polo R5 con alle note Anna Tomasi. Non è voluto mancare all’appuntamento benacense anche il trentino Giorgio De Tisi, più volte vincitore nel corso degli anni di numerosi rally scaligeri e sicuramente intenzionato a scrivere il suo nome anche su questa new entry, nell’occasione navigato da Fabio Turco. Da sottolineare che nella stessa categoria correrà anche il figlio Pietro con alle note Alessandro Gaio entrambi al via con una Skoda Fabia R5.

Sempre con una vettura della casa Ceca da non sottovalutare le performance del padovano Adriano Lovisetto navigato da Christian Cracco e del bresciano Luca Tosini con al fianco Roberto Peroglio.

Per quanto riguarda i piloti di casa, riflettori puntati su Federico Bottoni e la sua Skoda Fabia R5 alla caccia della sua prima vittoria assoluta dopo tanti bei piazzamenti, che avrà alle note Sofia Peruzzi, e naturalmente l’esperto Roberto Righetti con Arianna Faustini, sempre pronto a dare la sua zampata vincente con la sua Citroen DS3 R5.

Nota internazionale tra gli equipaggi da assoluto, la presenza dell’equipaggio composto dallo svizzero Mike Coppens navigato dal francese Jerome Degout, reduci dalla partecipazione al recente Rallye di Montecarlo con la Skoda Fabia R5.

Come anticipato, saranno invece 35 gli equipaggi che daranno vita alla prima edizione del Rally Bardolino Historic, una gara dedicata alle vetture che hanno fatto la storia del rallysmo internazionale, portate al limite come se gli anni non fossero mai passati da abili equipaggi pronti a sfruttare ogni cavallo da queste signore senza tempo.

L’elenco iscritti moderno è disponibile CLICCANDO QUI. Per altre informazioni, click qui.

L’11 del Team Bassano a Bardolino

È una presenza di spessore quella del Team Bassano all’imminente Rally del Bardolino. L’onore d’inaugurare l’elenco iscritti è spettato ai locali Nicola Patuzzo e Alberto Martini i quali, una volta di più si affideranno alla Toyota Celica 4WD Gruppo A già vincitrice dello scorso Due Valli; sarà poi la volta di Giovanni Costenaro e Matteo Gambasin, che dopo la vittoria all’Adria Rally Show, cercano conferme affidandosi nuovamente alla Ford Sierra Cosworth 4×4 Gruppo A. Subito dietro, la prima delle tre Porsche 911: la SC Gruppo 4 di Massimo Voltolini Archetti e Giuseppe Morelli; sarà invece la SC/RS in versione Gruppo B, quella che utilizzeranno Alberto Sanna e Alfonso Dal Bra, mentre per gli esordienti coi colori del Team Bassano, Bernardino Marsura e Gino Tessari, la coupè tedesca con la quale saranno della partita è una RSR del 2° Raggruppamento.

A Bardolino inizierà anche la stagione di Matteo Luise e Melissa Ferro con la Fiat Ritmo 130 TC Gruppo A, in una gara “test” prima di affrontare il Campionato Italiano. Tra le “due litri” al via anche l’Alfa Romeo Alfetta GTV Gruppo 2 di Gianluigi Baghin e Matteo Zaramella che devono riscattarsi del repentino ritiro patito al Rally del Carnevale e, a chiudere il gruppo dei rallysti, sarà l’Autobianchi A112 Abarth di Pietro Baldo e Davide Marcolini pronti a smaltire la ruggine accumulata nel lungo periodo d’assenza dai campi di gara.

A tenere alto l’onore dell’ovale azzurro nella regolarità sport, sono chiamati tre equipaggi: Damiano Pasetto e Matteo Zanini su Opel Kadett GT/e, seguiti da Andrea Giacoppo che torna a far coppia con Nicola Randon sulla Lancia Fulvia HF 1.6 e Carmelo Cappello con Stefano Asnicar sulla Fiat 500 Abarth.

Credit= Gianni Abolis

GEIDUE riparte dal Rally del Bardolino

Mentre per la Geidue scorre veloce il conto alla rovescia verso il primo appuntamento stagionale, si perfezionano gli ultimi particolari sulla Ford Sierra Cosworth 4×4 che Riccardo Bianco porterà in gara sabato prossimo nella prima edizione del Rally Bardolino Historic.

Affiancato da Nicola Rutigliano sulla performante Gruppo A di casa Ford, Bianco affronterà le otto prove speciali del nuovo rally veronese con lo scopo di effettuare un importante collaudo in vista del’avvio del programma stagionale.

“All’inizio pensavo di effettuare una giornata di test – afferma Bianco – ma poi ho optato per la partecipazione al Bardolino valutando che oltre al riscontro in gara testando la vettura, posso avere anche quello dal confronto con gli avversari, alcuni dei quali troverò sicuramente nel prosieguo della stagione e con gli stessi miei obbiettivi. La vettura è stata rivista completamente dopo lo sfortunato Città di Bassano e mi sento pronto a ripartire con entusiasmo, sperando la pandemia non vada a rivoluzionare i calendari, come accaduto lo scorso anno.”
La stagione, poi, proseguirà con il duplice obbiettivo del T.R.Z. della Seconda Zona oltre a puntare al Trofeo Rally ACI Vicenza.

 

Vasto sipario per la Best Racing Team

Diversi saranno gli equipaggi BRT impegnati nel Rally del Bardolino, che si dividerà in Moderno, Historic e Classic.

A cominciare da Roberto Campostrini e Sara Refondini, che correranno a bordo di una Peugeot 208 R2B, memori di un Rally Due Valli assolutamente fantastico, conclusosi con un quarto posto in assoluta e un primo posto di classe.

Ad affiancarli un’altra coppia che ormai condivide l’abitacolo da più di dieci anni: Paolo Baltieri ed Elisabetta Chesini, con un Peugeot 106 classe Prod. E6. L’ultima gara insieme è stata l’edizione 2019 del Rally Due Valli, dove hanno conquistato il terzo posto nella classe A6 e il trentaquattresimo in assoluta.

Pronti a provare una nuova vettura e utilizzare la gara veronese come occasione per trovarne il giusto feeling, invece, è la coppia formata da Denis Franchini e Mattia Righetti. Sempre nella classe Prod. E6 la loro Peugeot 106 è l’auto che hanno scelto per inaugurare la stagione 2021, dopo l’ultima performance insieme nel 2019 al Benacus Rally, dove hanno conquistato il primo posto di classe N2 e il trentesimo in assoluta.

Presenti in pedana di partenza sabato 13 anche Luca Salandini e Paola Ferrari a bordo di una Renault Clio Williams classe Prod. E7. Dopo lo sfortunato ritiro al Due Valli dell’anno scorso, per i due il Rally del Bardolino è l’occasione buona per il giusto riscatto.

Su un Alfa Mito si presenteranno, invece, Antonio Mascanzoni e Alberto Albieri che correranno nella classe RST 1.4.

A rappresentare la BRT tra le fila dei navigatori ci sarà anche Arnaldo Panato, che detterà le note a Luigi Zamperini su Renault Clio Williams, medesima auto utilizzata anche per l’ultima loro performance insieme nel 2019: il Rally della Valpolicella, in cui si sono piazzati primi di classe A7 e ottavi assoluti.

Alla prima edizione del Bardolino Rally Historic, invece, sarà presente Giordano Corradini, che affiancherà con le sue doti da co pilota Giulio Guglielmi a bordo del Porsche Gruppo 4. Obiettivo dei due è quello di arrivare in fondo a tutte le prove speciali, mettendoci tutto l’impegno possibile per ottenere un buon piazzamento.

 

La Rally Sport Evolution si presenta al Bardolino

La Rally Sport Evolution è pronta per un doppio appuntamento: sulle strade del Rally del Ciocco e del Bardolino saranno infatti presenti sei equipaggi a difendere i colori del sodalizio di Ranica.

Al Bardolino, Mirko Carigi ed Harshana Ratnayake saranno in gara con una Skoda Fabia R5 che avrà sulle fiancate il numero 11. Buffa coincidenza in R2 dove ci saranno due vetture affidate ai quasi omonimi Pellizzari e Pellizzaro. Con il numero 39 gareggeranno Riccardo Pellizzari e Christian Ronzani mentre col 41 sarà la volta di Marco Pellizzaro e Marco Melotti; entrambi gli equipaggi concorreranno su Peugeot 208 R2B.

Il fine settimana si sta avvicinando e la RSE è pronta per l’ennesima sfida!

Foto Magnano

Doppio impegno per la Delta Rally al neonato Rally del Bardolino nazionale.

 

Il New Rally Team Verona inizia la stagione 2021 con la prima edizione del Rally del Bardolino

E’ arrivato finalmente il momento di riaccendere i motori anche in casa New Rally Team Verona. L’occasione è la prima gara di casa in calendario ovvero il trittico che comprende il Rally del Bardolino, il Rally del Bardolino Historic ed il Bardolino Classic riservato alla regolarità sport.

La scuderia veronese sarà ai nastri di partenza di tutti e tre gli eventi che si svolgeranno nel fine settimana tra il Lago di Garda ed i piedi del Monte Baldo.

Nel Rally del Bardolino i colori della compagine con sede a San Giovanni Lupatoto saranno portati in gara dall’equipaggio composto dal mantovano Andrea Mirandola con alle note la vicentina Ilenia Ossato, al via con la loro Citroen C2 di Classe A6.

Sempre nella gara riservata alle vetture moderne e sempre in Classe A1600 sarà in azione anche il navigatore della scuderia Alain Tabarin.

Per quanto riguarda il Rally del Bardolino Historic, con una Peugeot 205 GTI di Classe A1600 sarà al via l’equipaggio tutto veronese composto da Curzio Zanini e Fabrizio Biasi, con quest’ultimo al suo debutto nelle competizioni.

Un altro navigatore al debutto per il New Rally Team VR lo ritroveremo nel Bardolino Classic, gara riservata alla regolarità sport. In questo caso l’esordiente Mirko Brentegani leggerà le note all’esperto Enrico Zanini per un altro equipaggio tutto scaligero al via con una BMW 318is.

Credit= ?

 

Il JTeam alla prima edizione del Rally del Bardolino

 

 

Credit= ?

 

GR Motorsport pronta per la sfida del Bardolino

A Bardolino, invece, la GR Motorsport sarà rappresentata da un altro equipaggio storico: il veronese Ivano Costantini e la navigatrice di Lazise Tania Bertasini solcheranno le strade gardesane a bordo di una Renault Clio di classe S1600 Top Rally; per loro, sarà una passerella speciale nell’attesa prima edizione di questo rally di casa di Costantini e Bertasini.

 

Per venire incontro agli appassionati che non potranno seguire sul campo la gara, tramite i canali social del Rally del Bardolino www.facebook.com/rallydelbardolino e quelli del media partner Sport di Più Magazine www.facebook.com/SportdipiuMagazine verranno trasmesse le dirette delle prove speciali 5 e 8 denominate “RCB”, con partenza della prima vettura rispettivamente alle 14,34 ed alle 18,32, con quest’ultima che permetterà di avere in diretta il nome del vincitore della prima edizione del Rally del Bardolino, oltre naturalmente a tutti gli aggiornamenti disponibili anche sul sito www.rallydelbardolino.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright T.V.R. © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.