Scalzotto, ad Alba, punta tutto sull’esperienza

Il pilota di Cornedo Vicentino, in una lotta ad armi impari con le nuove ibride, cercherà di far valere il feeling con la tradizionale Swift R1 per rilanciarsi nella Suzuki Rally Cup.

Castelgomberto (VI), 08 Giugno 2021 – Andrea Scalzotto torna a casa e, dopo aver archiviato i primi due appuntamenti dell’International Rally Cup, a bordo della Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, si risiederà al volante della campionessa in carica, quella Suzuki Swift 1.6 R1 che lo scorso anno gli consentì di fare suo il monomarca della casa giapponese ma oggi, con l’avvento delle nuove versione ibride, sognare la doppietta si fa sempre più complicato.

Il pilota di Cornedo Vicentino ci sta mettendo del suo, anche tanto, e guardando ai primi due appuntamenti della Suzuki Rally Cup la classifica provvisoria lo vede al sesto posto, penalizzato principalmente dall’aver saltato il Targa Florio nonostante si sia dimostrato il migliore delle vetture tradizionali, non ibride per intendersi, sia al Ciocco che al successivo Sanremo.

Ecco come il prossimo Rally di Alba, valevole per il Campionato Italiano WRC, preparerà un banco di prova importante per il vicentino, in programma per i prossimi 12 e 13 Giugno.

Si torna a lottare nella Suzuki Rally Cup” – racconta Scalzotto – “e, dopo aver saltato la Targa Florio, torneremo nel weekend ad Alba. Non essendo andati in Sicilia i nostri avversari hanno allungato in campionato ed è naturale che dovremo dare il massimo per recuperare lo svantaggio. Cercheremo di dare il meglio di noi stessi, spremendo ogni cavallo della nostra Swift R1. Sappiamo di non essere al livello delle ibride ed è naturale perchè le evoluzioni delle due vetture sono molto diverse. Dal canto nostro conosciamo profondamente la vettura, quella che ci ha permesso di toglierci tante soddisfazioni in passato, e grazie al supporto di Baldon Rally sono certo che potremo vendere cara la pelle. Sarà dura, certamente, ma ci proveremo.”

Nove le prove speciali in programma per la quindicesima edizione dell’Alba, tre da ripetere in sequenza ad iniziare dalla “Somano – Bonvicino” (14,50 km), proseguendo con la “Igliano – Paroldo” (14,30 km) e concludendo con la più corta, la “Niella – Bossolasco” (6,20 km).

Strade già conosciute per Scalzotto, seppure mai troppo amiche, che sarà affiancato nell’occasione da Christian Buccino, riformando un tandem già visto nella stagione 2018.

Ad Alba non sono mai stato troppo fortunato” – aggiunge Scalzotto – “ed il ricordo più triste è quello dello scorso anno dove ci siamo fermati subito per il cedimento del cambio. Se il ricordo della gara non è positivo cercherò di ricaricarmi pensando all’ultima volta che ho corso con Christian Buccino. Era il 2018 ed assieme, nel nostro Bassano, avevamo portato a casa la vittoria di classe. Trattandosi della quarta gara ed avendone saltata una questa sarà ancora più importante ma l’obiettivo rimane sempre lo stesso ovvero quello di essere il più vicino possibile alle nuove Swift ibride. Dobbiamo rimanere molto concentrati sul campionato e sui punti che potremmo ottenere dalla power stage. Ogni singolo punto, a fine stagione, potrà fare una differenza importante pertanto dobbiamo rimanere sempre molto sul pezzo. Daremo il massimo, come sempre, e vedremo alla fine della giornata cosa avremo portato a casa nostra.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *